Luci di Natale Casale Monferrato

Luci di Natale in Monferrato

Si sono accese un po’ ovunque e sono sempre magiche. Le guardi e torni bambino. Le luci di Natale sono a tutti gli effetti una caratteristica del Monferrato, che non viene enfatizzata come meriterebbe una tradizione davvero antica, che cambia di paese in paese, di città in città, e che ha come comune denominatore l’amore incondizionato che i monferrini nutrono per la festa più emozionante dell’anno. Le accensioni, a seconda dei luoghi, partono da fine novembre e arrivano ai primi giorni di dicembre e sono tutte caratterizzate da una presenza importante di famiglie, perché sotto sotto è un momento importante della vita monferrina. Ovunque, ma proprio ovunque, è divertente ascoltare meravigliose dissertazioni sulle luminarie appena messe paragonate a quelle degli anni precedenti, ma col passare dei giorni le nuove idee trovano terreno fertile, ottimo per fotografare e fotografarsi.

Prendiamo Acqui Terme e il suo il Villaggio del Natale.

Un’esperienza davvero emozionante quella che si presenta in piazza Italia e in corso Dante con un tripudio di luci, installazioni, scenografie e addobbi natalizi. Il programma organizzato dal Comune prevede, dal 3 al 24 dicembre, casette di legno e pagode bianche dei mercatini natalizi, intrattenimenti musicali, la pista di pattinaggio, eventi per bambini in tutta la città e l’immancabile Casa di Babbo Natale (con Babbo “in presenza”) prevista ogni sabato e domenica dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00.

Spostandoci ad Ovada, il Natale si è acceso il 28 novembre.

Luci ovunque, negozi aperti ogni domenica fino alla vigilia e un ricco programma di spettacoli tra cui segnaliamo “I Saltin-Pacchi con i fiocchi” di Zenzero Teatro, previsto sabato 11 dicembre, mentre il sabato successivo, 18 dicembre, toccherà all’illusionista Enrico Morando intrattenere grandi e piccoli per le strade di Ovada.

A Casale Monferrato, invece, le luci si sono accese sabato 4 dicembre.

Da Piazza Mazzini, salotto della citta e sede naturale e storica dell’albero casalese, fino a piazza Martiri della Libertà, che ospita un gigantesco Babbo Natale, passando per via Roma e per le vie del centro (ma anche in periferia) l’atmosfera che si respira è davvero rasserenante. Ci voleva! Tra le varie iniziative da segnalare fino al 12 dicembre la collettiva d’arte Mosaico del Circolo culturale Ravasenga, mentre dal 4 dicembre sono in programma diverse esposizioni dedicate al Natale e non solo, come quella del centenario delle mitiche Moto Guzzi (fino al 19 dicembre) o i percorsi espositivi di Matteo Dossola (fino al 30 gennaio), di Jorrit Tornquist con Claudio Rotta Loria (fino al 30 gennaio) e della Mail Art (fino al 9 gennaio). Dall’8 al 19 dicembre, infine, il Centro Doc Paolo Desana proporrà gli ormai tradizionali presepi nei ceppi di vite. Mentre i concerti Natalizi del Museo Civico, a cura della Monferrato Classic Orchestra, sono in programma per domenica 26 dicembre e giovedì 6 gennaio presso il Salone Vitoli  di via Cavour 5.

Se poi volete un piccolo suggerimento, prendete l’auto all’imbrunire e lasciatevi guidare dai grandi, giganteschi alberi di Natale che da una collina all’altra, di casa in casa, di piazza in piazza, da Camagna a Vignale a Olivola, da Murisengo a Moncalvo sembrano chiamarsi tra loro e incentivare percorsi. Inventatevi la vostra strada delle luci natalizie in Monferrato e all’ora di cena fermatevi in qualche antica locanda locale. Una bottiglia di rosso, un piatto della tradizione (una grattatina di tartufo la si trova ancora) e… Buon Natale!

Un viaggio tutto da vivere con i consigli e le dritte dei “locals” che vivono in questo magnifico territorio.

Altre storie
Canonica di Vezzolano
Nel basso Monferrato tra canoniche romaniche, maestri restauratori e arte presepiale