Fiere del Tartufo nel Monferrato

Gli appuntamenti da non perdere del tartufo Monferrino

Dieci eventi nel Monferrato fra ottobre e novembre

La bellezza del Monferrato è che in qualsiasi mese dell’anno c’è qualcosa da scoprire. E se settembre porta con sé i segreti della vendemmia ed il piacere del buon vino, ottobre e novembre sono quel periodo nel quale non si può non accettare il ruolo da protagonista del tartufo in ogni sua sfaccettatura. Come si sa, il Monferrato ormai è considerato uno dei centri di produzione e degustazione più importanti d’Italia e in tutto il suo territorio si organizzano appuntamenti da non perdere. Dal primo weekend di ottobre si comincia a far sul serio con eventi che si susseguono settimana dopo settimana. Di seguito abbiamo deciso di scegliere dieci appuntamenti da annotare sulla lista delle cose da fare anche se purtroppo scoprirete che spesso alcuni di questi si sovrappongono.

Nei due primi weekend di ottobre è andata in scena la Fiera Nazionale del Tartufo di Montiglio Monferrato nella quale sono stati premiati con il “Cane d’Argento” ed il “Cucciolo d’Argento” i due esemplari più preziosi. Montiglio, “Paese di Castelli, Pievi, Meridiane e Tartufi” come ricorda la locandina dell’evento, ha ospitato anche la rassegna degli Antichi Mestieri. Contemporaneamente si è svolta la Fiera Regionale Tufo & Tartufo a Odalengo Piccolo che è arrivata alla sua ventottesima edizione. La Giuria del Centro Studi Nazionale sul Tartufo di Alba ha decretato il miglior Tuber Magnatum Pico. Un servizio navetta gratuito messo a disposizione dal Comune ha reso possibile la collaborazione con l’Osservatore Astronomico che ormai dal 2006 attira curiosi e scolaresche da ogni dove.

Il 16-17 ottobre invece sarà la volta della Fiera Nazionale del Tartufo e dei Prodotti Locali di Mombercelli. Oltre al Tartufo Bianco ci sarà la possibilità di apprezzare anche il buon vino. Nella Sala Consigliare verrà allestita “La Grande Enoteca” con degustazioni di vini del territorio in collaborazione con Ais Piemonte. La natura però non va mai tralasciata e così è stato lanciato il progetto “No tree no truffle”. A margine dell’evento verranno piantumati alberi di tiglio che entrando in simbiosi con le diverse tipologie di tartufo caratterizzano il loro sviluppo.

Fra gli appuntamenti da marchiare sul calendario non poteva non esserci la Fiera Nazionale del Tartufo di Moncalvo che quest’anno si svolgerà il 24 e 31 ottobre. Stand gastronomici e mercatino dell’artigianato locale, assegnazione dei premi “Tartufo d’Oro” e “Zappino d’Argento” per celebrare la sessantasettesima edizione. Ormai ogni Fiera ha anche la sua camminata all’area aperta collegata. A Moncalvo ci penserà Colibriescursioni a deliziarvi con una rinfrescante passeggiata mattutina.

A novembre si schiaccia il piede sull’acceleratore. Il primo weekend è un susseguirsi di appuntamenti. Il 5-7 novembre a Cella Monte prenderà il via la Sagra del Tartufo Bianco della Valle Ghenza. Il 7 a Nizza Monferrato la Giornata del Tartufo e del Cardo Gobbo ma contemporaneamente si svolgerà anche la Fiera Regionale del Tartufo di San Damiano d’Asti e la Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Montechiaro d’Asti. Sceglierne soltanto una non sarà facile.

Già più semplice invece la situazione a Murisengo che il 14 novembre inaugura la Fiera Nazionale del Tartufo – Trifola d’Or. L’evento, che è inserito nella stagione del Tartufo Bianco del Monferrato, in realtà vanta 9 weekend suddivisi in 18 giornate per apprezzare il tartufo bianco pregiato in tutte le sue declinazioni. Per fare tutto qui bisogna prenotarsi con qualche giorno d’anticipo. Da Piazza Boario a Murisengo partono praticamente ogni settimana Tour E-Bike adatti a tutti a tema Cantine, Natura ed Enogastronomia. Da non perdere anche la simulazione di cerca al tartufo con trifolau e tabui della zona. Con un percorso a scelta di 2 o 5 km sarà possibile vivere un’esperienza mitica perfetta per un gruppo numeroso di amici.

Chiudiamo la nostra carrellata con la Fiera Regionale del Tartufo di Canelli del 21 novembre. Qui il tartufo si chiama sempre “trifola” e la sua peculiarità è la sensazione che rilascia all’olfatto. Il suo profumo è unico e caratterizza i piatti della nostra cucina. Se siete di queste parti non perdetevi però anche la Fiera di San Martin che si svolge tutti gli anni il weekend precedente. Qui il tartufo bianco non c’entra nulla ma è una tradizione che arriva dal periodo medievale caratterizzata da un centinaio di bancarelle che invadono il centro storico. La Capitale del Vino, vestita a festa, è senza dubbio uno dei centri più affascinanti del nostro Monferrato.

Un viaggio tutto da vivere con i consigli e le dritte dei “locals” che vivono in questo magnifico territorio.

Altre storie
collina monferrato
Tra Casale Monferrato, Ovada e Andrea De Carlo