Monferrato colline

Pedalando nell’Unesco monferrino

Tra le vigne in rosa del Brachetto d’Acqui D.O.C.G., Moscato d’Asti D.O.C.G. e i paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato

La vigna arrossisce, la foglia diventa gialla, l’albero si spoglia, l’essenza del vino è nell’aria, il suono delle due ruote che attraversa i magici colori dell’autunno è quotidiano. Ritorna “Pedalando tra le vigne in rosa, tra Langhe-Roero e Monferrato con il Brachetto d’Acqui D.O.C.G. e il Moscato d’Asti D.O.C.G.”, giunta alla seconda edizione: una pedalata non competitiva tra il sito UNESCO dei paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato con percorsi adatti a tutti gli amanti della bici organizzati dalla asd BikeIsLife#pedaliamoitalia con il supporto del Consorzio Tutela del Brachetto d’Acqui D.O.C.G., il Consorzio dell’Asti D.O.C.G., Banca d’Alba, Fun Active Tours, Lions Club Acqui Terme Host, Lions Club Asti Host ed il prezioso contributo dell’associazione Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato e dei Comuni di Acqui Terme, Asti e Bra.

Sabato 23 ottobre si partirà da Acqui Terme con un circuito ad anello di 67 km e 750 d+ che toccherà i vitigni del Brachetto d’Acqui D.O.C.G. mentre domenica 24 sarà la volta dei vitigni del Moscato d’Asti D.O.C.G. con partenza dalla città di Asti e due percorsi: medio da 74 km e 650 d+ e quello lungo da 106 km e 1150 d+ con giro di boa in Alba o Pollenzo (Bra). Centinaia di ciclisti pedaleranno sulle strade nel cuore del sito Bene Patrimonio dell’Umanità con fermate in punti panoramici, salite e discese tra i vitigni autoctoni. A fare da cornice il vino Denominazione di Origine Controllata e Garantita. Presente anche in alcuni ristori e alcune attrazioni locali come la panchina e le sedie giganti che i ciclisti potranno visitare durante il passaggio.

Il primo giorno desidera riscoprire il territorio di produzione del Brachetto d’Acqui D.O.C.G. con un percorso che dalla città termale attraversa l’alto Monferrato con la prima salita della giornata di 3 chilometri con passaggio a Nizza Monferrato ed una prima sosta a Canelli. Il tracciato prevede poi la seconda salita di 7 chilometri in località Seirole, da Santo Stefano Belbo al bivio di Loazzolo. Si costeggia la collina fino al santuario dei Caffi, poi la discesa di Cassinasco verso Monastero Bormida, Bistagno ed arrivo ad Acqui Terme.

Il secondo giorno si snoda alla scoperta del territorio del Moscato d’Asti D.O.C.G. con due percorsi, identici per molti chilometri. Si parte da Asti per affrontare la prima salita di pochi chilometri (4 o 6 in base al percorso scelto) che si avvicinano alla panchina gigante di Bricco Lu fino ad arrivare Boglietto di Costigliole. Dal Monferrato si entra in Langa con il passaggio e ristoro in Alba. Il percorso corto prosegue verso Mussotto, Castellinaldo con sosta a Priocca. Il percorso lungo, invece, punta in direzione Bra con la salita impegnativa da regione Talloria fino a Verduno (castello) per poi scendere a Pollenzo per il ristoro. Ripartenza per Santa Vittoria, Piobesi per reinserirsi con l’altro percorso in direzione Priocca ed arrivo in Asti.

Per i primi 100 iscritti ad ogni giornata sarà consegnata la Mascherina brandizzata dell’evento by Alé cycling e la bottiglia Bosca Spumanti. Tutti i partecipanti riceveranno: il braccialetto per usufruire dei ristori, la cartina del tracciato, il cartellino evento per bici; servizio di carro scopa incluso.

“Siamo sempre contenti di accogliere in città la manifestazione Pedalando nell’Unesco, che richiama un cospicuo numero di appassionati della bicicletta – dichiara il sindaco Lorenzo Lucchini –. L’emergere di tante iniziative legate al cicloturismo indica che la strada dello sviluppo di un turismo lento sta attecchendo nel territorio, grazie anche alle sue caratteristiche uniche di bellezza paesaggistica. Questo ci spinge ancora di più a puntare su iniziative a favore del mondo delle due ruote, ciò è infatti importante anche a livello di crescita economica e sociale per diventare sempre più competitivi nell’attrarre i flussi del turismo in bicicletta nazionali e internazionali. Mi complimento con Giancarlo Perazzi, animatore di questa iniziativa, e con i suoi collaboratori per aver realizzato questo evento in costante crescita e spero che in futuro esso diventi sempre più un punto di riferimento in Piemonte per la promozione del cicloturismo”.

“Il comune di Asti è lieto di accogliere per la prima volta questo evento che unisce uno dei vini prestigiosi della città con lo sport, in particolare con la bici e ringrazio per questo il gruppo ciclo-solidale BikeIsLife#pedaliamoitalia – dichiara Mario Bovino, Assessore allo sport del Comune di Asti-. Il palazzetto dello sport Palabosca sarà la perfetta location anche per ospitare gli amanti delle due ruote”.

“Ringrazio l’associazione BikeIsLife#pedaliamoitalia per l’organizzazione di questi eventi che permettono agli appassionati che si cimenteranno nei percorsi di vivere una emozione particolare nell’attraversare i nostri territori Patrimonio dell’Umanità. Insieme al Presidente Gianfranco Comaschi ed al Cda dell’ente gestore del Sito UNESCO un in bocca al lupo ed un augurio di buona pedalata” commenta Roberto Cerrato, direttore Sito UNESCO de I Paesaggi Vitivinicoli di Langhe Roero Monferrato.

Il Consorzio Tutela del Brachetto d’Acqui D.O.C.G. ed il Consorzio dell’Asti D.O.C.G. rinnovano per il secondo anno consecutivo l’impegno in questo progetto condiviso con diversi attori del territorio e volto alla promozione dei nostri vitigni. Siamo felici di appoggiare il gruppo di ciclisti e volontari dell’associazione acquese rappresentata da Giancarlo Perazzi, onorati di far conoscere e far degustare a centinaia di ciclo-turisti e amatori il nostro vino” comunicano i Consorzi sponsor principali dell’iniziativa.

“Abbiamo convintamente deciso di sostenere questo evento perché racchiude tutti gli elementi fondanti di questo territorio: il collegamento tra luoghi all’interno del nostro meraviglioso territorio Patrimonio dell’Unesco, la lungimiranza di comprendere l’importanza di una offerta outdoor soprattutto dopo la pandemia, la valorizzazione delle terre del vino attraverso eventi, lo sport come volano per valide iniziative solidali” sottolinea Tino Ernesto Cornaglia, Presidente di Banca d’Alba.

L’evento, patrocinato da Regione Piemonte, Comune di Acqui Terme, Asti, Alba, Bra, Canelli e Nizza Monferrato, contribuisce anche alla realizzazione della quarta edizione della “Pedalata nell’UNESCO, tra benessere e natura” che desidera unire i valori dello sport ai valori autentici e la bellezza del territorio italiano legati ai Beni Patrimonio dell’Umanità.

BikeIsLife#pedaliamoitalia ringrazia tutti gli attori e partner locali: Croce Rossa Italiana comitato di Alba e Canelli, Marco Capra Vini e Mondo del vino di Priocca per l’ospitalità del ristoro; i negozianti locali di bici Speedy Bike di Asti e La Bicicletteria di Acqui Terme per l’offerta dei prodotti/gadget o buoni acquisto da regalare ai partecipanti; per la presenza istituzionale di Croce Rossa Italiana, comitato locale di Acqui Terme e Asti e Protezione civile di Acqui Terme. Infine, un grazie di cuore ai partner da sempre vicini agli organizzatori: Acqua sant’Anna, Ciclo promo components, Alé cycling e Bosca Spumanti.

“Ognuna di queste aziende crede fortemente in questo progetto e ha aiutato a compierlo con la donazione ai partecipanti di acqua presente sul percorso, accessori per bici, mascherine per l’evento e il vino protagonista. Siamo felici di portare dei messaggi oltre lo sport all’interno di un territorio caratterizzato da molteplici peculiarità: arte, cucina, storia, tradizioni, cultura del bello. Ogni anno vogliamo migliorare con tutti gli attori che ci sostengono con l’ambizione di rendere questa manifestazione una nuova opportunità per portare nel basso Piemonte nuovo turismo” dichiara il gruppo BikeIsLife#pedaliamoitalia, associazione sportiva e ciclo-solidale.

Le partenze a piccoli gruppi è gestita rispettando le normative anti-Covid in collaborazione con l’ente di promozione sportiva ACSI: obbligatoria la mascherina e certificato medico per la fase delle iscrizioni. A seguito del decreto n. 127/2021 in vigore dal 15 ottobre 2021 per accedere agli eventi sportivi anche negli spazi aperti è obbligatorio esibire il green pass o equivalente test tampone rapido o molecolare con esito negativo effettuato max 48 ore prima dell’evento. Sono esclusi coloro che hanno esenzioni secondo quanto disposto dalle disposizioni in merito.

In caso di maltempo rinvio dell’evento al 30-31 ottobre 2021. Informazioni evento: www.winecyclingfestival.eu Costo iscrizione 15 euro, 20 euro 2 giorni e 5 euro per tessera giornaliera per assicurazione personale. Info line: 331.4773916 – Iscrizione: mail eventi@pedaliamoitalia.org o invio dati al form di contatto del sito www.pedaliamoitalia.org

Percorso-Acqui-Terme
Percorso-Asti
Invito---Presentazione-libro

Un viaggio tutto da vivere con i consigli e le dritte dei “locals” che vivono in questo magnifico territorio.

Altre storie
vini del monferrato
Vini e cantine da scoprire nel Monferrato Casalese