torchio-d'oro-2021_oscar

Tutti i vincitori dell’Edizione 2021 del Torchio d’Oro

Premiati al Castello dei Paleologi i migliori vini del Monferrato

Dopo un anno di sospensione è finalmente tornato il concorso enologico “Il Torchio d’Oro”, organizzato dal Comune di Casale Monferrato e dall’Istituto Luparia di San Martino di Rosignano Monferrato, che va a premiare i migliori vini del nostro Monferrato. Lunedì 13 dicembre nelle Sale del Castello dei Paleologi è andata in scena l’ambita premiazione alla presenza del sindaco Federico Riboldi e l’assessore Daniela Sapio. È l’Azienda Agricola Olivetta Marco ad essersi aggiudicato l’Oscar 2021 che si assegna a chi ha ottenuto la votazione complessiva più alta nelle varie categorie. Sono cinque i giudici che hanno preso in esame i 153 vini delle 35 aziende partecipanti. Una commissione composta da tecnici, che per la prima volta in assoluto ha svolto le operazioni di valutazione in maniera segreta. I voti della degustazione alla cieca non sono stati discussi, dove la media matematica, con l’esclusione del voto più alto e del più basso, era l’unico criterio per stabilire la graduatoria finale.

“Il Torchio d’Oro” è un riconoscimento che venne istituito negli anni settanta attraverso l’opera promotrice del Senatore Paolo Desana, allora Presidente del Comitato Nazionale Vini.  Riconosciuto dal Ministero delle Risorse Agricole, Alimentari e Forestali, il concorso ha come obiettivo fondamentale il miglioramento della viticoltura e della vinificazione del luogo favorendone la conoscenza, l’apprezzamento e la contrattazione. La kermesse è riservata alle categorie di vini a denominazione di origine controllata sia d’annata che invecchiati. Sono stati consegnati 16 diplomi di merito a certificare le eccellenze del territorio del Gran Monferrato che del vino ne ha fatto la propria immagine. 

Questi gli insigniti del diploma:

  • Grignolino del Monferrato Casalese Doc 2020 e Barbera del Monferrato Doc 2020 dell’Azienda Beccaria Davide
  • Barbera del Monferrato Doc 2020 e Monferrato Bianco Doc 2020 dell’Azienda Botto Marco
  • Grignolino del Monferrato casalese Doc 2020 dell’Azienda Canato Marco
  • Barbera d’Asti Docg 2020 dell’Azienda Crivelli
  • Piemonte Cortese Doc 2020 e Monferrato Rosso Doc 2019 dell’Azienda Olivetta Marco
  • Barbera del Monferrato Doc 2020 dell’Azienda Spinoglio Danilo
  • Grignolino del Monferrato casalese Doc 2020 dell’Azienda Vicara
  • Monferrato Freisa Doc 2020 della Cantina del Monferrato
  • Grignolino del Monferrato casalese Doc 2020 e Barbera del Monferrato Doc 2019 della Cantina Sociale San Giorgio Monferrato
  • Grignolino del Monferrato casalese Doc 2020 dell’Azienda Angelini Paolo
  • Barbera del Monferrato Doc 2017 dell’Azienda La Faletta 
  • Barbera del Monferrato Doc 2020 dell’Azienda Gaddo Valerio.


Alla ventottesima edizione hanno partecipato produttori DOCG e DOC singoli e associati con cantine, stabilimenti e vigneti situati nel territorio. I premiati sono stati autorizzati ad applicare la distinzione “Torchio d’Oro 2021” direttamente sulle bottiglie con un apposito marchio grafico disegnato per il concorso conquistando anche il privilegio di essere rappresentati con i propri vini nelle varie manifestazioni promozionali organizzate dal Comune di Casale Monferrato. Durante la premiazione è stato servito un aperitivo da parte dei ragazzi del Ciofs, mentre tutte le operazioni di degustazione sono state svolte presso gli ambienti dell’Istituto Luparia di San Martino di Rosignano.

Foto: inviate dall’Ufficio Stampa del Comune di Casale Monferrato 

Un viaggio tutto da vivere con i consigli e le dritte dei “locals” che vivono in questo magnifico territorio.

Altre storie
Monumento Caduti Altavilla di Paul Maximilien Landowski
Un’opera dell’artista del Cristo Redentore di Rio svetta in Monferrato