Festa del Tartufo Bianco del Castello del Monferrato

Festa del Tartufo Bianco del Castello del Monferrato

Segnatevi queste due date: 27 e 28 novembre 2021.

Adesso chiudete gli occhi (metaforicamente però, se no come fate a leggere?) e lasciatevi guidare in questo anticipo di esperienza sensoriale che ha davvero il carattere dell’unicità. Vi trovate a Casale, capitale del Monferrato, nella grande piazza che prende il nome dal Castello. In piedi, davanti all’immenso portone già aperto per accogliervi, è impossibile non gettare uno sguardo incuriosito verso le imponenti torri laterali, o più giù, dentro il fossato così ricco di storia (quanti aneddoti!) o di nuovo verso quelle mura forti ma eleganti, quando… un inconfondibile profumo vi distrae. Pochi passi e sul lato sinistro dell’ingresso si apre la prima magica manica che non solo vi conduce letteralmente dentro la vita pulsante delle antiche mura, ma anche al cospetto di alcuni tra i migliori produttori vitivinicoli del Monferrato. Un tripudio di etichette, suggerimenti, consigli sussurrati, calici da far ruotare, sentori da cogliere… ed è solo l’inizio.

Nel primo cortile, nei locali dell’enoteca regionale, sono già partite le degustazioni di vini e distillati e, se l’ora è quella giusta, stuzzicherie e aperitivi a ritmo di musica.

Poco fuori, i primi veri sapori di tartufo con le ricette della tradizione proposte nella formula “da passeggio”, che offre al visitatore praticità e tradizione e, per chi lo desidera, la prima grattata della giornata. Ma che spettacolo!

Se poi cercate il cuore della festa, eccoci nella manica lunga completamente dedicata ad una delle più entusiasmanti eccellenze di questo generoso territorio. Qui il tartufo bianco si vede, si annusa, si compra, magari tentando l’antica arte della trattativa. I tartufai della Valle Ghenza sono accanto a voi, per testimoniare la qualità e la provenienza di questo entusiasmante “tuber magnatum” e per dare qualche suggerimento sulla scelta che state per fare (a proposito, non perdete in questi due giorni le conferenze e le video proiezioni organizzate proprio dall’Associazione, per capire meglio “il mondo di cultura” che offre il  tartufo bianco). Tutto intorno, oggetti e curiosità legati alla cerca con il cane. Poi altre maniche e torrioni e gli stand dei produttori locali di salumi e formaggi e agnolotti e dolci e…

Sarà sicuramente bello tornare a casa con il vostro “diamante” in tasca. Quelli che invece non avranno saputo aspettare, avranno ceduto al richiamo della cucina gourmet e tartufo bianco proposta dai due ristoranti appositamente allestiti nei piani alti del castello, in location spettacolari e con menù altrettanto sorprendenti.

Si diceva dell’unicità di questa esperienza, perché qui si è raccontata, anticipandola con immaginazione, la prima edizione di una festa che fra pochi giorni renderà onore alla nostra terra di tartufo. Realtà come Moncalvo, Murisengo, Cella Monte, hanno per anni tenuto alto nel mondo il nome del nostro territorio, con le loro Fiere storiche di cui abbiamo più volte parlato in destinazionemonferrato.it.

Il Comune di Casale Monferrato adesso aggiunge una nuova Festa a questo già ricco programma monferrino dedicato “alla trifola”, sotto il cappello della prestigiosa Festa del Vino del Monferrato Unesco, in collaborazione con Confcommercio Unicom Casale, l’Enoteca Regionale del Monferrato e l’Associazione Tartufai Valle Ghenza.

Attenzione però, perché questo anticipo di esperienza, qui raccontato con un filo di immaginazione e incondizionato amore, rispecchia fedelmente quello che troverete sabato 27 e domenica 28 novembre al Castello di Casale Monferrato, con qualsiasi condizione climatica.

Mentre il programma completo e i menù della Festa del Tartufo Bianco del Castello del Monferrato si leggono su www.festadelvinodelmonferrato.it

Ingresso al Castello con green pass.

Buon Tartufo.

Un viaggio tutto da vivere con i consigli e le dritte dei “locals” che vivono in questo magnifico territorio.

Altre storie
Vendemmia Monferrina
Se non vendemmi che monferrino sei?