Foto Bue

L’8 dicembre a Moncalvo sua maestà il Bue Grasso

Una grande classica del Monferrato alla sua 383^ edizione

Lo chiamano Sua Maestà e non potrebbe essere altrimenti. A Moncalvo la Fiera Nazionale del Bue Grasso si prende sul serio e anche in una stagione particolare come questa, dove le limitazioni Covid stanno tornando a fare capolino nel panorama dell’organizzazione degli eventi, tutto è pronto per la 383^ edizione di un must per il nostro Monferrato. L’appuntamento è fissato per mercoledì 8 dicembre quando dalle prime ore del mattino in Piazza Carlo Alberto a Moncalvo verranno inaugurate al pubblico la Fiera Agricola ed il Mercatino Enogastronomico.

Considerata come una delle rassegne zootecniche più importanti d’Italia, ai nastri di partenza ci saranno tantissimi allevatori provenienti da ogni angolo del Paese. Dai vitelloni della coscia con gobba, più comunemente conosciuti come “i fassoni”, passando per i manzi e i buoi grassi, capaci di arrivare a pesare oltre i dieci quintali. Terminate le pratiche d’iscrizione ed esposizione dei capi in concorso ecco il primo momento da non perdere. La consegna di una scodella di Cisrà, l’inconfondibile minestra di trippa e ceci, ricetta tipica di questa parte di Piemonte.

La tradizione racconta che questo piatto veniva servito per recuperare le energie ogni 2 novembre di ritorno dal paesello dopo aver terminato il giro per i cimiteri della zona.  Qui saremo più avanti nel calendario, ma quale modo migliore per spezzare il languorino in vista di un pranzo importante? Una volta chiuse le iscrizioni comincia la vera e propria valutazione del bestiame che verrà effettuata in un apposito ring sotto la regia di una giuria selezionata fra veterinari e allevatori che deciderà i migliori capi per ogni categoria. Si celebra l’eccellenza della Razza Bovina Piemontese e il vero pezzo forte è senza dubbio la sfilata nell’anello centrale della piazza dove i buoi si contenderanno il Gran Premio di Moncalvo. I vincitori, intorno a mezzogiorno, avranno l’onore di sfilare per le vie del paese con in groppa la gualdrappa celebrativa biancorossa.

La festa poi proseguirà sotto il palatenda riscaldato della Pro Loco di Moncalvo. Al via Buj tut al dì”,  la distribuzione no stop dei pregiatissimi tagli del Bollito Misto. Sul sito della Pro Loco sono già aperte le prenotazioni e, per dare la possibilità a tutti di provare una prelibatezza della nostra cucina, sarà possibile assicurarsi il Pranzo della Sagra del Bollito anche domenica 5 e 12 dicembre.

Foto Bue

Contestualmente alla Fiera si  potrà approfittare dell’apertura straordinaria del Museo Civico e attraverso l’Ufficio Turistico sarà possibile accedere ai camminamenti storici del Castello godendo di un panorama davvero speciale. Sempre l’8 dicembre a Moncalvo si svolgerà la 16^ Rassegna Oleicola del Piemonte dove si potranno scoprire e degustare tantissimi olii extravergini d’oliva piemontesi. Una produzione, che anno dopo anno sta vedendo i numeri aumentare esponenzialmente, e che comincia ad avere realtà consolidate e professionali capaci di realizzare un prodotto unico.

Photo by: http://www.prolocomoncalvo.it/fiera-del-bue-grasso/

Un viaggio tutto da vivere con i consigli e le dritte dei “locals” che vivono in questo magnifico territorio.

Altre storie
Monumento Caduti Altavilla di Paul Maximilien Landowski
Un’opera dell’artista del Cristo Redentore di Rio svetta in Monferrato