Gipsoteca di Casale Monferrato

Monferrato accessibile. A Casale con Sofia

Il Monferrato senza barriere

 

Avete mai pensato al fatto che la cultura e i percorsi naturalistici rivestono un ruolo primario per ogni individuo, in relazione a un personale percorso di educazione, piacere e inclusività? Tali ambiti toccano aspetti artistici, espressivi, estetici, emotivi e relazionali. È indispensabile, e compito di ognuno di noi, quindi, fortificare la catena dell’accessibilità, per consentire a chiunque di vivere esperienze appaganti, in condizioni di autonomia, comfort e sicurezza.

Insieme a Sofia e alla sua mamma cerchiamo di dare il nostro contributo affinché le esperienze accessibili nel nostro territorio siano conosciute dal più ampio pubblico possibile e che la maggior sensibilità renda il Monferrato senza barriere!

Giro a Casale Monferrato

È autunno, fa ancora caldo, per me che non mi muovo la temperatura è qualcosa di molto personale, ma oggi devo dire che mi sento bene, nell’aria c’è voglia di divertirsi così io e mia mamma usciamo per una bella passeggiata e io ho deciso di raccontarvi tutto. Pronti? Via!

Partiamo da casa percorrendo la pista ciclabile: è talmente perfetta che è quasi noiosa, a me ogni tanto qualche scossone piace.

Arrivate nella via principale, ci sono i primi cenni storici e io sono felice perché si fanno sentire a suon di sanpietrini, mi godo questo ritmo mentre arriviamo nel cortile del Museo Civico.

Una rampa, l’ascensore e poi vengo rapita da colori accesi dei dipinti della Pinacoteca. Sono incantata, gli occhi si staccano a fatica, mi godo tutte le sale perché ci sono i montascale e tutto è accessibile, anche la parte della gipsoteca.

Gipsoteca di Casale Monferrato

Questo rilassa la mamma e rende felice anche me che posso fare tutto quello che fa lei.
Non sempre fila tutto così liscio, sono palazzi antichi e non sempre renderli accessibili è fattibile.
Ci viene fame e giusto a pochi metri c’è un bar totalmente accessibile.

Poi il giro continua, sono felice, mi piace questa passeggiata, c’è allegria. Scendiamo giù nella piazza dedicata a Mazzini e girata una viuzza appare inaspettatamente il Duomo.

Entriamo e anche qui è tutto facile per me. Il naso va all’insù e in silenzio guardiamo le stelle in quel cielo blu che è il soffitto. C’è un crocifisso, non ha sangue, sofferenza o spine ma una corona da Re, che rende l’interno ancora più accogliente.

Torniamo poi in strada per raggiungere un castello del 1300, è vecchio, ma in perfette condizioni. Qui troviamo qualche difficoltà, perché la pavimentazione si vede proprio che è “storica”, ma ce la caviamo.

Entriamo in una piccola chiesa appena restaurata, si chiama Santa Caterina ed è una meraviglia di luci: è bella che manca il fiato. C’è silenzio, gli affreschi sono stupendi e al centro c’è un unico splendido finestrone che fa entrare luce.

Santa Caterina Casale Monferrato
Santa Caterina

Che giornata piena, per me stancante, ovvio, ma sono felice. A volte si cerca la bellezza lontano, senza conoscere gli angoli della propria città. Grazie Casale Monferrato.

 

 

Nel centro di Casale Monferrato è possibile parcheggiare comodamente in piazza Castello, in piazza Battisti o in piazza san Francesco.

Il museo civico con pinacoteca e gipsoteca sono totalmente accessibili.
Ex convento di Santa Croce, via Cavour 5
Tel. 0142 444309
Orari: giovedì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 e dalle ore 14,30 alle ore 16,30
venerdì, sabato, domenica e festivi infrasettimanali dalle ore 10,30 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 18,30
Chiusure straordinarie: 24 e 31 dicembre pomeriggio – 25 dicembre e 1° gennaio tutto il giorno.

La cattedrale di sant’Evasio è in largo Angrisani.

Orari: tutti i giorni dalle 8.30 alle 12 e dalle 15 alle 18.30 (visite sospese durante le funzioni religiose)

Il museo della cattedrale è diventato recentemente accessibile. Per visite chiamare il 392.9388505 o scrivere a antipodescasale@gmail.com

La chiesa di Santa Caterina è in piazza Castello 36.

Per visite contattare il numero 0142.591375 o info@santacaterinacasalemonferrato.it

La Sinagoga è parzialmente accessibile in sedia a rotelle. Recentemente è diventata accessibile anche per persone con cecità e ipovisione, sordità e con necessità comunicative complesse, grazie a un progetto all’avanguardia che ha permesso di abbattere la maggior parte delle barriere.

È in vicolo Salomone Olper 44
Tel 0142.71807 / 3407697199
segreteria@casalebraica.org

Orari:
feriali solo mattino 8.30-12.30 su appuntamento
domenica 10-12 e 15-17
Il bar citato è Quei due in via Roma 79.

Alcuni locali accessibile per mangiare a Casale Monferrato:

Locanda Rossignoli in via Lanza 10 tel 0142 455252
Ristorante La Torre in via Candiani d’Olivola 36 tel 0142 70295
Pizzeria del Corso in corso Valentino 131 tel 0142 71294
Pizzeria Apollo in corso Valentino 183 tel 0142 453866

Per soggiornare a Casale Monferrato:

Hotel Candiani in via Candiani d’Olivola 36 tel 0142 418729
Residence Il Portico in strada Valenza 2 tel 0142 449919

Un viaggio tutto da vivere con i consigli e le dritte dei “locals” che vivono in questo magnifico territorio.

Altre storie
Gancia Spumante Italiano
Il Monferrato nell’epopea dello Spumante Italiano PARTE II DI IV