Giro d'italia in Monferrato

Il Giro d’Italia 2021 passa in Monferrato

Gran Premio della Montagna a Villadeati, antico borgo da scoprire fra i più alti del Monferrato

Farà capolino anche in Monferrato il Giro d’Italia 2021 maschile. Durante la frazione per velocisti del prossimo 9 maggio che collegherà Stupinigi a Novara dalla lunghezza di 175 chilometri verrà attraversato per alcuni chilometri il nostro territorio. Nella pittoresca Villadeati si svolgerà l’unico gran premio della montagna di giornata. Poi passaggio a Cerrina prima di sconfinare nel vercellese e novarese in vista dell’arrivo. La Regione Piemonte ha puntato principalmente sul suo capoluogo Torino che per la terza volta nella sua storia darà il via alla grande corsa ma per il piccolo borgo monferrino sarà una bella occasione per mettersi in mostra.

Vista Villadeati

Distante una trentina di minuti in automobile partendo da Casale Monferrato, lasciandosi sulla sinistra Moncalvo e Alfiano Natta, “la Vila dj’Ati” è uno dei comuni più alti del Monferrato. Inerpicato e fiero su di un colle di 410 metri, l’antico borgo è caratterizzato dalla vista del castello Feltrinelli. Il suo stile settecentesco, dopo un’importante operazione di restyling, amplifica a vista d’occhio la spettacolarità del panorama circostante. La lapide in memoria dell’eccidio del 9 ottobre 1944 è il centro simbolico di questo paese rimasto tristemente noto per l’esecuzione da parte delle truppe naziste di Don Ernesto Camurati. Per rappresaglia, dopo aver subito un attacco partigiano, i tedeschi arrestarono e giustiziarono nove persone. A nulla servì il tentativo del prelato di barattare la propria vita con la salvezza degli altri prigionieri. Meritevole di una visita anche la Chiesa di San Remigio che dista a pochi passi dal monumento alle vittime. Al suo interno si possono trovare oltre alla salma del Don, i suoi oggetti personali fra cui il famoso breviario trafitto dalle pallottole della fucilazione.

Chiesa San Remigio
Chiesa San Remigio

Per quanto riguarda l’edizione femminile della corsa rosa invece il Monferrato avrà una sua tappa specifica. Il 4 luglio infatti andrà in scena la Casale Monferrato-Ovada che taglierà in due il nostro territorio fra Basso e Alto Monferrato fra un sali e scendi accattivante che si preannuncia ricchissimo di colpi di scena durante il suo svolgimento. La location scelta per la partenza è il salotto di Piazza Castello ed il percorso, dalla lunghezza di 135 chilometri, è la locandina perfetta per il progetto di “Gran Monferrato” nella quale le amministrazioni comunali di Acqui Terme, Ovada e appunto Casale intendono valorizzare insieme le proprie bellezze e tipicità.

Candidate come pool a “Città Europea del Vino 2023” quale occasione migliore se non l’organizzazione di una tappa rosa per consolidare la propria forza. Dopo la partenza le atlete sfileranno verso Occimiano, prima di raggiungere San Salvatore Monferrato e quindi Alessandria. Arrivati nel capoluogo di provincia si continuerà verso Cassine, Acqui Terme e per la prima volta Ovada. Poi passaggio per Belforte e Tagliolo Monferrato, prima di rientrare sul circuito cittadino con linea del traguardo allestita in Corso Libertà.

Foto by Frukko e Pmk58 – Opera propria CC BY-SA 3.0  ©wikipedia

Un viaggio tutto da vivere con i consigli e le dritte dei “locals” che vivono in questo magnifico territorio.

Altre storie
Colline del Monferrato da Acqui
Amaretti morbidi di Acqui Terme e Moscato Passito di Strevi: che combinazione!