autunno-in-monferrato

Autunno in Monferrato: escursioni, vino e foliage

https://www.destinazionemonferrato.it/infernot-monferrato/

La nostra voglia di goderci la natura per fortuna non finisce con l’estate, l’autunno in Monferrato regala emozioni uniche e paesaggi mozzafiato. I colori caldi che questa stagione ci offre sono un toccasana per l’anima, e il profumo inconfondibile della terra umida è un richiamo a cui non si può resistere. Escursioni tra le colline, passeggiate lungo sentieri dalle bellezze celate e una degustazione in un vigneto, tutto questo e molto altro è possibile durante l’autunno in Monferrato. Pianificate bene le prossime gite perchè non potete perdervi le emozioni e la bellezza del foliage e della natura piemontese. Vediamo insieme 5 cose da fare in Monferrato in autunno, tra sentieri, cantine e colline.

Dai un’occhiata anche a:

Vini e cantine da scoprire nel Monferrato Casalese

Cosa vedere a Casale Monferrato: monumenti e tappe enogastronomiche

Monferrato Casalese in bici: itinerario tra colline, castelli e infernot

Parchi in Monferrato: il Parco Naturale del Sacro Monte di Crea

Sacro Monte di Crea

Non c’è autunno in Monferrato senza un giro al Sacro Monte di Crea. Il monte si trova su uno dei punti più elevati del Basso Monferrato. Siamo in provincia di Alessandria, su una collina di altitudine compresa tra i 355 e i 455 metri. Qui si trova un parco naturale di 47 ettari con caratteristiche naturalistiche molto particolari: insetti, fiori e piante che sono poco diffusi in questa parte di Monferrato a eccezione proprio del Sacro Monte. Aree di osservazione disseminate lungo i percorsi del parco vi aiuteranno ad avvicinarvi e ad ammirare questo ecosistema protetto. Risalendo il colle il percorso naturalistico incontra il percorso di fede che parte dal Santuario della Santa Vergine e trova sulla sua strada 23 cappelle. Non resta che armarsi di bastoni da trekking e scarpe comode ed esplorare le bellezze di questo angolo sacro e naturale.

Gite in Monferrato tra le vigne: l’anello di Cella Monte

Come avrete capito dalla parola “anello” questo sentiero parte e arriva nella cittadina di Cella Monte, uno dei borghi più belli d’Italia. Il paese si trova a dieci chilometri circa da Casale Monferrato ed è uno dei più suggestivi. Qui trovate panorami unici, se vi mettete nel punto giusto potrete scorgere anche il Monviso all’orizzonte. L’itinerario è percorribile in circa 3 ore e si tratta di una passeggiata rilassante tra le vigne colorate dalle tinte inconfondibili dell’autunno. Il percorso 754 vi guida attraverso il borgo fino alle campagne con strade panoramiche con una vista mozzafiato sull’arco alpino. Come al Belvedere Sant’Anna dove si trova anche l’omonima chiesetta.

Una passeggiata romantica nei dintorni di Rosignano

gite-in-monferrato

Tre ore circa di cammino per godersi un’atmosfera romantica tra i borghi e le colline. Prati, vigneti e borgate senza tempo si alternano nel paesaggio che da Rosignano porta a Cella Monte, un percorso rilassante a contatto con i tempi e i colori della natura. Prima di mettervi in cammino fate due passi tra le vie del paese di Rosignano Monferrato, qui si trova la Torre Civica, le chiese di Sant’Antonio e San Vittore, oltre al vecchio castello. Il sentiero lasciato il paese è molto semplice perchè tutto pianeggiante, si snoda lungo la vallata fino a inerpicarsi sulla collina di Cella Monte verso la fine. Sulla strada del ritorno verso Rosignano non può mancare una foto sopra alla Big Bench n.41, una delle tante panchine giganti disseminate per il Monferrato.

Il Castello di Frassinello: da Olivola a Moleto

Un’altra passeggiata tra le bellezze dell’autunno in Monferrato, un sentiero poco impegnativo che ci porta dal silenzioso borgo di Olivola, con le sue case costruite con mattoni di pietra e la Chiesa dei santi Pietro e Paolo con il campanile pendente, al Castello di Frassinello. Un percorso di 14km da fare in mattinata quando si può godere dell’azzurro del cielo, ma anche nel tardo pomeriggio per non perdere la gamma di colori unica del tramonto. Frassinello Monferrato è un piccolo paese di 500 abitanti e il suo punto più alto è quello dove si trova il Castello. C’è un punto panoramico difficile da non riconoscere: una vera e propria cornice color ruggine che fa da sfondo per le foto con vista Monferrato.

In auto tra colline e cantine

infernot-monferrato

L’autunno in Monferrato regala emozioni anche ai più pigri, quelli che preferiscono godere del panorama dal finestrino della macchina invece di buttarsi a capofitto nel trekking lungo i sentieri di campagna. Anche il percorso in macchina dà l’occasione di godere di un’esperienza unica, visitare borghi meravigliosi e carpire i loro segreti. La parte più affascinante di questo percorso è quella degli Infernot. Decretati dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità si tratta di piccole cantine che somigliano a delle grotte ricavate sotto le case scavando nella pietra arenaria. Sono perfette per la conservazione dei vini. Per vederle, cominciate l’itinerario da Cella Monte, per poi passare a Sala Monferrato dove si trova la Chiesa di San Francesco. Proprio qui sotto troverete un infernot. Sala Monferrato è famoso anche per il suo salame, la muletta. Proseguite per il paese di Ottiglio dove non si trovano ahimè infernot aperti al pubblico, ma quelli privati spesso sono aperti per visite guidate. La frazione Moleto poi è una borgata molto affascinante e fuori dal tempo. Qui si trovano anche le Grotte dei Saraceni, dove si racconta si celi ancora il loro tesoro. Un tempo durante l’inverno la gente di ritorno dal lavoro dei campi si fermava a scavare nella speranza di ritrovarlo.

Un viaggio tutto da vivere con i consigli e le dritte dei “locals” che vivono in questo magnifico territorio.

Altre storie
castagnoni giardino italiana
I Castagnoni e il Monferrato intorno